Progetto Cane Lupo

Nasce dal desiderio di mettere davanti agli occhi di tutti le realtà, a volte molto belle, a volte molto brutte, che quotidianamente si articolano nel mondo del Cane e del Lupo. E' un percorso che vorrebbe tutelare la vita di questi Animali, e che vorrebbe mettere radice nei cuori delle persone per destarli dal torpore delle false verità. Molti sono i Cani e i Lupi che ogni giorno subiscono maltrattamenti a causa dell'ignoranza e la presunzione di noi uomini che li vogliamo attori dei nostri sogni più profondi e cloni del nostro modo di vivere, per un'inconscia forma di egocentrismo che vuole la nostra gratificazione costante. L'uomo, nel grande stress che affronta ogni giorno uscendo di casa o semplicemente svegliandosi al mattino dopo una notte ricca di sogni meravigliosi o incubi terrificanti, non riesce ad emergere nel Gruppo o dal Gruppo come vorrebbe con la sua sola forza, e così si nasconde dietro a figure mitologiche ed esserini che lo rappresentano nell'ipotesi di se stesso o che gli danno il potere di trasferire su loro tutte le sue sindromi; in questo modo non sarà più lui a viverle, ma il poveraccio di turno che ha la grande colpa di essersi trovato "un giorno per caso", sul cammino di quest'uomo.

La crescita e lo sviluppo fisico e mentale di un Cane (derivazione della sotto-specie Canis Lupus Familiaris), sono strettamente legati alla crescita fisica e mentale di un Lupo (Canis Lupus); la conoscenza di quali sono state le condizioni che hanno permesso la formazione della derivazione dalla sotto-specie animale Canis Lupus Familiaris proveniente, per l’appunto, dal secolare lavoro dell’uomo sulla specie animale Canis Lupus, è di primaria importanza al fine di favorire una corretta divulgazione di quale sia il pensiero e di quali siano le esigenze del Cane, e di quale debba essere il comportamento dell’uomo affinché quest’ultimo possa garantire una vita equilibratamente naturale al Cane, nel contesto della società umana.

Progetto Cane Lupo prevede la formazione di una coscienza il più possibile conforme alla linea di pensiero di questi Animali (Lupi e Cani), esseri viventi ben diversi dall’uomo, ma come lui individui che hanno bisogno di crescere e vivere nella socialità familiare. Attraverso lo studio del Lupo e l’approfondimento sul Cane, distinguendo le formazioni di razza e loro peculiarità e i mix-breed, giungere ad una giusta interpretazione, nell’intento di fermare il disagio dell’incomprensione che porta ad una convivenza non equilibrata. Evitando in questo modo inutili stress, abbandoni e soppressioni.

La prima cosa che l’uomo dovrebbe approfondire per conoscere il Cane è la sua evoluzione.
Nato per mano dell’uomo, che ha accolto probabili soggetti singoli in cerca di cibo, forse, o forse soltanto curiosi (vedi video sul Lupo Artico di David Mech e Jim Brandenburg dal minuto 32.47 https://www.youtube.com/watch?v=PR7gqhuDTMg), o feriti (dubbi che non risolveremo mai, vista la lontananza del periodo dell’accaduto), ecco che nell’arco del tempo, in più zone della Terra abitata da entrambe le Specie ‘’Lupo e Uomo’’, ci fu l’avvicinamento, la conoscenza più approfondita e la nascita di una lunga storia collaborativa. Da evidenziare come i soggetti delle diverse sottospecie, hanno sicuramente dato la prima impronta sulle diversità di quelle che un domani si sarebbero chiamate ‘’razze’’. Facile l’osservazione che certifica come ogni Animale, Pianta e Roccia, si adegui alla vita del luogo ospitante, migliorando nelle sue caratteristiche, per ottimizzare la propria vita (Legge Naturale).
Generalizzando sull’origine del Cane, si è identificato il suo predecessore nella sottospecie ‘’Canis Lupus Familiaris’’; erroneamente si è pensato che si trattasse di soggetti con caratteristiche simili solo dal punto di vista biologico, come accade per la classificazione di tutte le altre sottospecie, e che fosse perciò una sottospecie ben precisa. Essi in comune avranno anche delle particolarità biologiche, ma non solo quelle. L’avvicinamento all’uomo, non è avvenuto solo in una parte del Globo, per cui sotto questa effige, vanno inclusi tutti i soggetti che hanno avuto il contatto e che poi, dall’uomo sono stati trasformati nei millenni per avere l’Animale DOC!
Il Cane è una derivazione di una derivazione di una derivazione, dei vari singoli raggruppati in quella sottospecie. La variazione ha avuto bisogno di secoli, millenni, e poi, a un certo punto, ecco arrivare i primi veri Cani.

Interessante leggere in questo link, uno studio che avvalora la nostra teoria.
http://archive.archaeology.org/1009/dogs/index.html?utm_medium=email&utm_source=flipboard

Selezionando nei vari passaggi, le caratteristiche della personalità dei soggetti che più si addicevano ad un determinato lavoro (fisico e mente si adeguano al territorio dove i soggetti dimorano per vivere in armonia con l’ambiente – è una specializzazione della selezione evolutiva – l’uomo ha scelto fra tali caratteristiche senza trascurare la docilità e la duttilità degli individui), ecco che anni e anni e anni dopo quel primo magico incontro, nasce il Cane così come lo conosciamo noi.
Le diversità caratteriali e fisiche sono l’una lo specchio dell’altra, e ancora oggi è possibile dare dei tratti specifici guardando l’aspetto dell’Animale senza averlo dovuto vedere lavorare prima.

Alcuni sciocchi pregiudizi comportamentali della nostra epoca, vogliono nei Cani, l’annientamento di alcune caratteristiche che la Natura prima (nel loro PapàLupo) e l’uomo poi, con molta molta fatica hanno selezionato; più di tanto però, o per fortuna, non si potrà mai fare, perché per quanto il Cane possa essere nato in laboratorio, possiede pur sempre un’Anima selvatica.

Interessante leggere in questo link, sullo studio avviato da Konrad Lorenz, che avvalora quanto appena scritto.
http://www.stellagrigia.eu/articoli/neotenia.htm

***

La non conoscenza del vero pensiero del Cane e del Lupo porta ad una incomprensione del loro vivere sano, ad una destabilizzazione del sistema sociale e, nel Selvatico, anche ad un ribaltamento dell’ecosistema.

Grandi sforzi, grande impegno e grande costanza, servono per far capire quali sono i veri aspetti dei danni sociali provocati dai fraintendimenti comportamentali, dei danni del sovrannumero e dell’allevamento fuori scala (e senza conoscenza dei singoli e delle linee di sangue sia dei mix-breed che dei titolati); per far capire che il commercio alimenta solo uno stato di appagamento superficiale che non guarisce la frustrazione di chi commercia e non fa nulla per la salvaguardia della vita e dell’equilibrio.
Le persone devono uscire dallo schema egoistico ed ego centrista, sforzandosi di vedere che la Natura ha cominciato ad urlare. Se poi ce la farà a sovrastare l’uomo, non lo possiamo sapere, ma se l’uomo, smettesse le sue pratiche avverse, sarebbe un atto nobile e dovuto verso chi gli ha dato i natali.

***

Progetto Cane Lupo sta fornendo materiale ovunque ci siano richieste, anche solo per appagare una curiosità che un giorno forse può voler essere approfondita per un avvicinamento a quel mondo che ci vive silenzioso parallelamente.

Progetto Sociale - Progetto Giovani Lupi: Temi e Programmi