Il Pastore Tedesco - Articoli e curiosità

Gli Eroi - chi fa parte delle stelle e chi no ... che tu sia stato un Eroe o non lo sia stato, nel nostro cuore occuperai sempre il gradino più alto

http://www.vnews24.it/2016/04/06/cagnolina-marines-zampa/
USA – Lucca è un pastore tedesco di 12 anni che ha perso una zampa durante una missione in Afghanistan con il corpo dei Marines. Durante i suoi 6 anni di carriera, la cagnolina ha completato più di 400 missioni e salvato migliaia di vite umane. Nel marzo del 2012, Lucca stava cercando un esplosivo, ma una seconda bomba le è esplosa vicino facendole perdere la zampa e provocandole diverse ferite. La cagnolina è stata trasportata in Germana per facilitare la sua guarigione. Dopo appena 10 giorni, Lucca è tornata a camminare.

Il Marines a 4 zampe ha viaggiato fino a Londra per ricevere il Pdsa Dickin Metal, un riconoscimento molto prestigioso per gli animali che servono l’esercito americano. La cagnolina è stata il primo animale dei Marines a ricevere il premio e il 67esimo in generale. Il suo proprietario, il sergente Chris Willingham, ha raccontato: “Lucca è molto intelligente, leale ed è un vero asso come cane da ricerca. In aggiunta a queste incredibili capacità, Lucca era utile per sollevare il morale delle truppe”.
Prima di andare in Afghanistan, la cagnolina ha completato con successo 2 missioni in Iraq. Jan McLoughlin, direttore degenerale del Pdsa, ha raccontato di essersi sentito emozionato prima dell’incontro con Lucca e con il sergente Willingham perché l’animale è diventato molto famoso. Ora Lucca è andata in pensione e vive in California con il suo proprietario.

***

https://www.petpassion.tv/blog/storia-cane-antimina-eroe-32183

Cane antimine: dopo una vita da eroe ha bisogno di adozione
Bak è uno splendido pastore tedesco, un cane soldato che ha dedicato 9 anni della sua vita agli umani. Ha salvato tante vite umane, ora è malato e chiede che qualcuno salvi la sua. Ecco la sua storia…
Bak ha 9 anni ed ha dedicato gran parte della sua vita all’esercito, dove è stato cane antimine ed ha salvato tantissime vite umane. Poi qualcosa nella sua vita è cambiata… un mieloma degenerativo gli ha paralizzato gli arti posteriori.
Così, diventato ormai “inutile” per l’esercito, è stato donato al Dipartimento di Scienze Cliniche Veterinarie dell’Università di Teramo.
Qui Bak ha avuto la fortuna di incontrare Sonia, una volontaria che ha deciso di fare di tutto per garantirgli condizioni di vita accettabili.
Sonia lo ha portato presso la Clinica Veterinaria Roma Sud e si è fatta carico delle spese mediche e della fisioterapia che aiuta Bak a stare meglio. Inoltre si sta impegnando affinché questo cagnolone trovi una famiglia che voglia adottarlo.
Il cane non guarirà mai: si muove con un carrellino ed ha bisogno di cure particolari, ma è pieno di vitalità ed ha ancora tantissimo da dare a chi vorrà offrirgli una possibilità… la possibilità che gli spetta di diritto dopo aver fatto tanto per l’uomo.

***

http://openmag.it/blog/2014/07/11/cristof-cane-poliziotto-pensionato/

Cristof: il cane poliziotto pensionato cerca casa

Era successo con Bak, il cane antimina è successo con tanti altri “pelosi” e purtroppo nostro malgrado succede ancora. Parliamo di Cristof un cane poliziotto.
Dopo 8 anni di servizio il “poliziotto” va riformato e per lo stato diventa un peso, un problema da scaricare con tanto di “scheda informativa”. Oggi tocca a Cristof, splendido pastore tedesco di 8 anni, in forza alla squadra cinofili di Bologna dove ha svolto servizi di polizia giudiziaria e di ordine pubblico purtroppo non più abile al lavoro a causa di una spondilopatia ossificante, rendendolo inabile al servizio operativo.
Solitamente quando un cane poliziotto va o deve andare in pensione viene affidato al conduttore con il quale ha condiviso anni di lavoro ed esperienze sul campo ma per Cristof purtroppo non sarà cosi e per questo motivo la polizia cerca nuovi padroni nonostante l’età avanzata del cane. Cane equilibrato e d’indole calma e pieno di vitalità nonostante le problematiche fisiche che gli comportano una vistosa zoppia.
Se aspirate a prendere con voi Cristof dovete compilare la domanda di adozione e inviarla per raccomandata A.R. (o via fax (06/985623247) al Centro di Coordinamento dei Servizi Cinofili c/o Istituto per Sovrintendenti e di Perfezionamento per Ispettori – Via S. Barbara, 94 – 00048 Nettuno – (Rm).
Dopo aver valutato le schede pervenute il Centro Cinofilo deciderà le assegnazioni contattando l’interessato e all’atto del ritiro il futuro padrone sosterrà un colloquio di verifica della compatibilità caratteriale con il cane e della capacità necessaria alla gestione dell’animale.
Allo stato italiano ed al conduttore di Cristof invece vogliamo ricordare quanto espresso in passato da un famoso etologo come Konrad Lorenz: “Per il cane l’amicizia personale è tutto. Ricordate però che in questo modo vi assumete un impegno tutt’altro che lieve, perché dopo e’ impossibile rompere l’amicizia con un cane fedele, e darlo via equivale a un omicidio.”

***

Articolo dietro le quinte sul Pastore Tedesco in una scena del film ‘’Qua la zampa”.

https://www.badtaste.it/2017/01/19/qua-la-zampa-cane-maltrattamenti/217045/


Nel video dell'articolo si vede una scena in via di registrazione.
Il Cane da Pastore Tedesco, attore della ripresa, deve essere calato in una piscina dove un forte vortice crea una circostanza di pericolo. In effetti il pericolo non c’è perché si tratta di una piscina con tanto di soccorritori.
Ma al Cane chi glielo spiega che è una finzione?
E, detto fra noi, al Cane, cosa gliene importa di girare quella scena?
Per lui un vortice d’acqua è un vortice d’acqua, che questo si sia creato in un ambiente naturale o in una piscina, per lui non fa nessunissima differenza. Lui ha paura di quel vortice.
In più, a tutti gli Animali diversi dall’uomo, non importa un emerito ‘’c’’ del cinema. Non hanno bramosia di diventare Stelle applaudite; non devono trovare nel personaggio interpretato l'identità del proprio essere; non sono innamorati della letteratura (qualsivoglia letteratura, dalla più autentica alla più sporca) e perciò, gliene importa cavoli di far parte di un cast cinematografico o di essere applaudito da milioni di telespettatori.
Perché il Cane deve girare simili scene?
Solo ed esclusivamente per ‘’il piacere del sapiens, suo signore e padrone’’!!!

Sono uscite più di una o due notizie, sul video in questione, e il produttore del film è altamente adirato. Non possiamo sapere se è adirato solo per il mancato guadagno (dopo una tale pubblicità negativa) o se la faccenda è più grave, oppure semplicemente se per dovere di copione (credo si dica così) mostri il suo malcontento… sta di fatto però che quel povero Cane, ha vissuto uno stress molto forte che forse lo porterà ad essere (in altre circostanze future) molto guardingo nei confronti dell’acqua.
Tutto per deliziare un pubblico sapiens che vuole vivere sentimenti forti e poi si adira quando, alle spalle del suo divertimento, c’è qualcosa di non perfetto!

Se non avessimo visto il video di come è stata girata la scena, nessuno, e ripeto nessuno, vedendo il film avrebbe pensato a cosa può subire un Cane per girare quell'azione; purtroppo la gente vede solo ciò che vuol vedere senza mai cercare di approfondire il rovescio della medaglia! ... esistono cose molto gravi che la gente non accetta, prima fra tutte la non umanizzazione degli Animali. Cioè: non esiste persona al mondo che valuti gli intendimenti, di un Animale diverso dall'uomo (riconosciuti anche in emozioni), per come essi siano nella realtà. Amore, disperazione, odio, simpatia, empatia, gelosia, frustrazione, ansia, depressione e tanto altro ancora, sono tutti effetti di psicosi umane che nessun altro Animale è in grado di vivere - "per fortuna".

Che piaccia o no al genere umano quest'ultima annotazione è ancor più terribile del resto.

Questo il trailer del film https://www.youtube.com/watch?v=WqAwsJpCJpc&t=26s nessuno dirà che non è carino ... nessuno, senza vedere il video precedente avrebbe pensato ''in male''.

Tanti sono i film che peccano in queste riprese e nessuno dice ninete perchè ''occhio non vede, cuore non duole!''

***

... continua