"Sole d'Argento "

versione html off-line

Sole d’Argento è il nome di un piccolo villaggio situato un po’ più ad ovest di qui e un po’ più a nord di qualsiasi altro posto.

Sorge nell’incantato cuore di una radura collinare riparata da una corona di fitta boscaglia. Tra le fronde multi-specie, a tratti, raggi di luce mettono in evidenza i due ruscelli che si fanno strada fra quel terreno un po’ intricato: ‘Apawi’ scivola via ad est, ‘Hanhepi’ ad ovest. Entrambi nascenti dalla piccola fonte ‘Mni Ni’, che incessantemente zampilla poco lontano dal villaggio, accerchiano l’accampamento formando una spirale leggera, e una volta entrati nel bosco, scorrono via senza incontrarsi più fino al momento in cui si gettano nel grande lago ‘Mni Siyute’ a sud.

Qui i dolci fluidi si mischiano, per poi rigenerarsi penetrando in strette falde. Sotto la pressione dei soffioni, vengono spinti nuovamente fin su alla fonte, più puri e mormoranti di quando sono nati, mineralizzati dai sali della roccia interna.
Lungo tutto il cammino, di tanto in tanto, i piccoli rii deviano il loro andamento interponendo al corso regolare, cascatelle ballerine.
Alternando alla vista un po’ d’immaginazione, è possibile seguire il flusso delle acque, dal loro nascere fino al punto in cui esse si riuniscono.
Spaziando con la fantasia, è facile riconoscere fra quei giochi d’acqua, di luce, di selve incontaminate, l’immagine di Madre Natura...

Questa storia, narrata in veste di leggenda,
racconta il ricordo di un Amico lontano.

Dedicato a Martino.
27 luglio 2010

***Vai al minisito***

per informazioni: contattare l'Associazione (negliocchidelcane@gmail.com)